venerdì 3 giugno 2016

Pomodori verdi fritti senza la stazione del treno.

A parlare di pomodori verdi fritti viene subito in mente il bel film di Jon Avnet, il film è del 1991, cioè un bel 25 anni fa, e credo sia stata la prima volta che ho avuto a che fare con questa ricetta, con questa idea di friggere i pomodori verdi. Poi ho scoperto che c'è  anche chi ci fa la mostarda, ma questa è un altra storia.
A dirla tutta, non credo neanche che la ricetta del film sia questa, ma diciamo che è una mia interpretazione, forse più legata alla tradizione mediterranea che non a quella degli Stati del Sud (USA). 
Detto questo, però, non si può non pensare a Idgie e Ruth quando si mangiano. 
(Towanda!) 


Ingredienti
(per circa 3 porzioni)

pomodori verdi circa 500 g
uova 2
pangrattato 300 g
farina di riso 130 g
olio di arachidi qb
sale

Preparazione

tagliare a fette spesse circa mezzo cm i pomodori
passarli nella farina di riso
passarli nell'uovo
passarli nel pangrattato
farli friggere il abbondante olio caldo
farli asciugare su carta assorbente
salarli 

Ps io mi sono trovata bene con pomodori "cuore di bue" che hanno una bella polpa soda e pochi semi, ma essendo verdi, cioè acerbi, probabilmente anche altre tipologie vanno bene. 





venerdì 6 maggio 2016

A volte ritornano: la cheese cake

Molti anni fa tentai la cheese cake, nella versione cotta. Forse a causa di un forno non proprio dei migliori, forse a causa della mia inesperienza, il risultato fu pietoso. 
Archiviai la cheese cake, adducendo anche la scusa (con me stessa) che poi la torta sapeva di formaggio e la crostata era molto meglio.. 
In realtà, quella cotta non l'ho mai più tentata e anche quella a freddo l'ho sempre utilizzata in versione mignon, dentro ai barattoli e ai bicchierini, in modo da non aver problemi di stabilità.. Ma quando poi capita che ti chiedano la ricetta, tocca provare a farla, per davvero! 
E adesso, che questa prima è stata soddisfacente, ecco, credo che le tenterò tutte (al cioccolato, cotta, con il bordo di biscotti alto, con la frutta fresca.. Etc, etc) per recuperare il tempo perduto! 




Ingredienti
(per 4 persone)

per la base:
biscotti digestive 70 g
burro 40 g

per la crema:
yogurt bianco zuccherato 125 g (un vasetto)
formaggio spalmabile 200 g
zucchero semolato 50 g
colla di pesce 10 g (2 fogli)
acqua calda 35 g

Per la salsa di frutta:
fragole 50 g 
zucchero 2 cucchiai
colla di pesce 5 g

Altro: 
teglia apribile diametro 15/16 cm
carta forno 



Preparazione

tritare i biscotti 
sciogliere il burro 
unirlo ai biscotti tritati e mescolare
foderare la base della teglia con carta forno
disporre l'impasto di burro e biscotti sul fondo della teglia
lasciare raffreddare il frigorifero

unire lo yogurt e il formaggio spalmabile
mettere a bagno in acqua fredda i 2 fogli di colla di pesce
quando sono ammorbiditi farli scogliere nell'acqua calda e unire lo zucchero
aggiungere allo yogurt&formaggio

disporre la crema nella tortiere sullo strato di biscotti

mettere in frigorifero per 4 ore

Per la gelatina di fragole:

lavate le fragole
tagliatele a pezzi
frullatele aggiungendo lo zucchero
ammorbidite la colla di pesce in acqua fredda
fatela sciogliere i 4 cucchiai di acqua calda
unite alle fragole
quando la base si è rappresa aggiungere la gelatina
lasciare addensare per un paio di ore

Ps volendo si può sostituire la gelatina di fragole fresche con della marmellata a piacere, da aggiungere dopo aver levato la base dallo stampo, oppure con della frutta cotta brevemente con un po' di zucchero.









venerdì 22 aprile 2016

Tortini con i frutti rossi

Li avete comperati i mirtilli che fanno tanto bene? 
E poi ve li siete dimenticati in fondo al frigorifero? 
Ecco potete aggiungerci quelle 4 fragole che, non si sa perché, non avete mangiato ieri sera e pure i 7 lamponi che avevate preso da mettere nello yogurt a colazione, prima che facciano la stessa fine del mirtilli.. Ora che avete recuperato la frutta rossa potete farci degli ottimi, e bellissimi, tortini!





Ingredienti

farina integrale 50 g
farina 00  200 g
zucchero 150 g
olio semi 100 g
ricotta 100 g
frutta rossa 100 g
bustina lievito 1/2
uova 3
cucchiai acqua fiori d'arancio 4
zucchero in granella 2 cucchiai

Preparazione

unire le farine, 100 g di zucchero e il lievito
montare le uova, con la ricotta, l'olio di semi e l'acqua di fiori d'arancio
aggiungere le farine
mescolare
aggiungere i frutti rossi
disporre nei pirottini
aggiungere lo zucchero in granella

CUOCERE IN FORNO PRERISCALDATO A 180° PER 15 min.

Ps Vale tutta la frutta rossa, ma se usate i ribes, aggiungete un cucchiaio di zucchero che sono un po' più aciduli! 








venerdì 8 aprile 2016

Sanissimo

La "prova costume" non mi ha mai interessato molto, ma qualche volta dovrei cercare di mangiare meno, perché, comunque, visto il lavoro che faccio rischio di esagerare.
Quindi certe attrezzature che hanno inventato, come lo "spaghettatore" di verdure, cadono a fagiolo! 
Infatti è molto utile per diminuire un po' la quantità di pasta e aumentare quella di verdure ingerite..




Ingredienti
(per 4 porzioni)

spaghetti integrali alla chitarra 200 g
zucchine 4 pz 
pomodorini 500 g
melanzana 1 pz
aglio 2 spicchi
prezzemolo
maggiorana
olio EVO
sale & pepe qb

Preparazione

spaghettare le zucchine con l'apposito strumento*
ridurre a cubetti la zucchina avanzata
tagliare a pezzotti la melanzane
cuocerla nel microonde fino a quando non è morbida
levare la buccia e frullare aggiungendo olio e sale 
disporre gli spaghetti di zucchina su una placca da forno 
condire con una parte delle erbe, olio e sale
far cuocere 8 minuti a 170°
tagliare i pomodorini a metà
saltare in padella i pomodorini con gli spicchi di aglio e i pezzetti di zucchina
portare a ebollizione l'acqua e cuocere gli spaghetti al dente
una volta scolati gli spaghetti unire quelli di zucchina
finire il piatto con la melanzana frullata e i pomodorini


* spaghettatore marca Lurch

ps per i più coraggiosi si può pensare di diminuire ulteriormente la quota di pasta e aumentare quella di verdura! 



venerdì 25 marzo 2016

Soffice, soffice


Tanto tempo fa, feci un esperimento di torta con solo albumi, qualcosa andò storto e il risultato fu pessimo, decisi che con gli albumi avanzati avrei fatto solo meringhe, che invece mi vengono sempre bene! 
Però poi viene voglia di riprovare e devo dire che questa volta è andata molto meglio, è venuta fuori una torta soffice soffice, perfetta per la merenda se abbinata alla marmellata di fragole.




Ingredienti

albumi 4
tuorli 1
burro 60 g
olio semi 40 g
farina 00 100 g
fecola di patate 100 g
zucchero 100 g
lievito 1 cucchiaino
amaretto di Saronno 20 g
zucchero a velo

Preparazione

montare a neve ben ferma gli albumi
aggiungerci lo zucchero
unire la  farine con fecola e lievito e setacciarla
unire il burro e l'olio e far sciogliere nel microonde
montare il tuorlo con il burro e l'olio
aggiungere l'amaretto di Saronno
aggiungere le farine setacciate
per ammorbidire leggermente l'impasto aggiungere qualche cucchiaiata di acqua calda
unire delicatamente gli albumi 
imburrare e infarinare una teglia da plumcake
disporre l'impasto
una volta raffreddata spolverare con lo zucchero a velo

CUOCERE PER 35 MINUTI A 150°

ps ottima a colazione/merenda accompagnata dalla marmellata di fragole



mercoledì 9 marzo 2016

La fine dell'inverno

Mi piacciono tutte le verdure, e quasi tutte possono essere trasformate in morbidi flan, che poi sarebbero budini, perdendo così la loro natura sana, perché vanno comunque cotte fino ad essere morbide e poi frullate e mescolate con panna, formaggio e uova. Insomma un piatto invernale da proporre quando fuori fa freddino e le calorie sono giustificate.. Perciò approfitto di questo "colpo di coda" dell'inverno per raccontarvi di quello preparato con il cavolfiore.




Ingredienti
(per 8 pirottini)

cavolfiore 500 g
panna 150 g
parmigiano 50 g
uova 2 
sale, pepe, qb

Per la salsa
gorgonzola 160 g
panna 150 g
sale, pepe, noce moscata

Preparazione

far bollire il cavolfiore diviso in rosette fino a quando è morbido
frullare con la panna, il formaggio e le uova
regolare di sale e pepe
dividere il composto in 8 pirottini di alluminio
per la salsa unire gorgonzola e panna
far sciogliere nel microonde 
regolare di sale, pepe e noce moscata

impiattare con un velo di salsa sul piatto e capovolgere lo sformato
servire caldo


CUOCERE A BAGNOMARIA PER 25/30 MINUTI  IN FORNO PRERISCALDATO A 180°

Ps al posto del cavolfiore si possono utilizzare i broccoli





venerdì 26 febbraio 2016

Il disordine paga.

Io sono disordine, accumulo tutto, non butto via niente e quando cucino prendo appunti a casaccio, su qualunque pezzetto di carta mi capiti a tiro.
L'idea è che poi metterò tutto il bella copia, la realtà è che, dopo un po' non so più bene a cosa faccia riferimento il pezzetto di carta scarabocchiato.. 
Ma ho scoperto, proprio di recente che "non tutto il disordine viene per nuocere".
Ho una ricetta base per i tortini che applico indifferentemente sia sul dolce che sul salato, la so a memoria.
Se però, la preparazione la deve eseguire qualcun altro...E io mi sono dimenticata di lasciare la ricetta, succede che la poveretta in questione analizzi la moltitudine dei foglietti e scelga quello che più le pare corretta, la modifichi leggermente e, per caso, crei un nuovo prodotto ottimo! 
(La ricetta trovata era quella di una base per biscotti).






Ingredienti 
(per 25 pezzi)

farina 00  350 g
burro 180 g
zucchero 100 g + un po' per spolverare i tortini prima della cottura
olio di semi 100 g
succo di arancia 100 g
tuorli 4 
lievito 1 bustina
marmellata di albicocche QB

Pirottini da 4/5 cm di diametro (io uso quelli in silicone)


Preparazione

sciogliere il burro
aggiungere l'olio e i tuorli
frullare
unire la farina, lo zucchero e il lievito precedentemente mescolati
aggiungere il succo di arancia per ammorbidire l'impasto
disporre nei pirottini un cucchiaio di impasto
aggiungere un cucchiaio di marmellata
coprire con altro impasto
spolverare con lo zucchero

CUOCERE PER 15 MINUTI IN FORNO (PRERISCALDATO) A 180°



Ps ovviamente, vista la loro natura disordinata possono essere farciti con qualunque marmellata, possibilmente fondi di barattolo, che si ha a disposizione